La proprietà di linguaggio è una virtù poco riconosciuta ai nostri tempi, benché tutti noi dobbiamo poter essere chiari e sintetici e saper comunicare. Il linguaggio appropriato nella geografia è fondamentale, in quanto essendo la disciplina per buona parte descrittiva, si avvale di termini specifici, a volte obsoleti ma spesso insostituibili. Sono disponibili in questo sito dell’Editore Zanichelli delle brevi dispense che spiegano i termini più usati nella descrizione del territorio e nello studio della Geografia più in generale. Le dispense sindividuano i principali elementi del paesaggio come montagne, catene montuose, massicci montuosi, e poi  gli aspetti che riguardano le acque, fiumi, laghi e coste. I materiali si possono anche stampare ed hanno anche delle verifiche finali. Destinate principalmente alle persone che non hanno una perfetta padronanza della lingua italiana, possono essere usate anche dal resto degli studenti, considerato il livello attuale delle conoscenze. Sono servite anche a me e non me ne vergogno. Questi sono gli esempi più semplici ed importanti per i termini usati:

Le forme del paesaggio edizioni Zanichelli

Le acque interne edizioni Zanichelli

Mare e coste  edizioni Zanichelli

Per chi volesse dare un più ampio sguardo all’argomento ci sono più di 40 lezioni di Geografia dello stesso autore parole da capire/cose da sapere Geografia nello stesso sito.

LA GEOGRAFIA E LE  DISCIPLINE SCIENTIFICHE

La fisica da tempo sta dicendo cose nuove sul tempo e sullo spazio. Mentre la storia e la geografia sono ferme sul modello newtoniano. Chi vuole cogliere la sfida per una riflessione non convenzionale su queste categorie non più assolute? La Storia e la Geografia sono ferme questa potrebbe essere l’evoluzione, leggi questo articolo