Non conosciamo mai abbastanza il nostro mondo

Archivi categoria: classe

La popolazione europea in confronto alla popolazione mondiale: costruisci con i dati forniti un diagramma lineare

tabella-pop-europea-rid

tabelle per esercizi grafici

La distribuzione della popolazione europea non è omogenea. In questa mappa concettuale sono indicate le aree di maggiore concentrazione della popolazione europea e le aree di minor popolamento.

L’emigrazione è un fenomeno che ha interessato le popolazioni europee nel passato come oggi. La principale novità del presente è che l’Europa da terra di emigrazione è diventata una terra di immigrazione, con un crescente flusso che la interessa dall’ interno e dall’esterno. Dopo aver studiato sul libro di testo questo argomento puoi trovare un esercizio su questo tema  su questo modulo che puoi stampare e completare.

L’Europa è un continente in cui la popolazione si riconosce in una comune cultura. Questa non è facilmente icentificabile nelle lingue parlate. Infatti esistono varie aree linguistiche che formano una babele assai complicata: Le aree linguistiche e le lingue europee sono sintetizzate in questa mappa concettuale.

Gli indicatori demografici e il loro uso nello studio della dinamica della popolazione. La storia del popolamento europeo e le caratteristiche della popolazione europea. Questi gli argomenti di studio che potete trovare in questa sintesi: indicatori demografici e popolamento europeo

La popolazione di Udine, dati del censimento della popolazione. Leggi i dati e rispondi alle domande.

popolazione UDINE

Transizione demografica (da wikipedia)

Transizione_demografica_schema1

Piramide d’età in Italia nel 2012.

Il sito (tuttitalia.it/statistiche) dal quale è riportata contiene anche i dati degli ultimi 10 anni e altre statistiche sulla popolazione italiana.

piramideETA'Italia 2012

 

La densità di popolazione europea. Con i dati forniti (reperiti su Wikipedia) calcola al densità di ciascuno Stato e costruisci un cartogramma con almeno tre classi di densità:

u-e-stati-1

 

 

Annunci

Per conoscere i concetti e le parole da usare in geografia, per chi parla l’italiano come seconda lingua, ci sono 40 lezioni con le quali si possono conoscere e usare le parole più diffuse per descrivere il territorio ed il paesaggio. Si trovano sul sito dell’Editore Zanichelli. Da tutte queste lezioni, che potete consultare al link termini da usare, parole da capire, ho selezionato questi argomenti che potete scaricare dallo stesso sito:

Le forme del paesaggio. Lezione sui termini principali che indicano gli elementi del paesaggio (montagna, collina, pianura, versante, massiccio, ……..) Le acque interne (valle, cratere, vulcano,  ghiacciaio, lago, fiume, canale……) Mare e coste (mare, onda, costa, sabbia, marea, isola, porto……..). Le lezioni sono schede di geografia dedicate ai ragazzi e alle ragazze che imparano l’italiano come seconda lingua, a cura di Paola Guazzotti e Paola Francini e sono tratte dal libro di Giampietro Paci – Guardare il mondo – Zanichelli editore

Le coordinate geografiche Longitudine e Latitudine lezione ed esercizi di orientamento

AMERICA E U.S.A.

Un glossario breve di parole di cui si deve conoscere il significato per lo studio del territorio dell’America Anglosassone:

Morfologia e rilievo : il territorio, le montange e l’orogenesi dei gruppi montuosi. Pianure, altopiani, great plains, Gran Bacino, Columbia, Colorado, Labrador, Florida, California

Idrografia: Mississipi, Missouri, Mackenzie, Yukon, Hudson, Potomac, Colorado, Snake

Popolazione: immigrati, europei, neri, nativi americani, indigeni, schiavi, orientali, melting pot.

Dal sito http://www.annoscolastico.it  Geocruciverba sull’America Settentrionale

Prova di verifica eseguita il 12.12.2012 Il territorio dell’America settentrionale e gli USA con l’aiuto della Carta geografica dell’America settentrionale e degli USA

world

ASIA: Territorio e popolazione

IDROGRAFIA

Nel continente asiatico i fiumi si dispongono in modo irregolare, concentrandosi in alcune zone: molti territori sono privi di corsi d’acqua e in molti altri i fiumi non hanno deflusso verso il mare ma formano laghi salati e bacini interni: alcuni percorrono gli altopiani interni, le regioni di Mongolia e Tibet gettandosi poi nel mar Caspio o nel lago D’Aral. Del versante settentrionale fanno parte l’Ob, lo Jenisej e la Lena che sfociano nel mar glaciale artico e sono coperti dai ghiacci per otto mesi all’anno. Il versante orientale comprende l’Amur, l’Huang He (fiume giallo) e il Chang Jiang (fiume Azzurro) che scorrono da est ad ovest formando grandi pianure e si gettano nell’oceano Pacifico. Il versante meridionale comprende il Mekong, il Menam, lo Irrawaddy, il Brahmaputra, il Gange , l’Indo , il Tigri e l’Eufrate che seguono un percorso tortuoso prima di immettersi nell’Oceano Indiano. Questi fiumi sono alimentati dai ghiacciai dell’Himalaya e delle altre catene montuose, dalle piogge monsoniche, spesso possono avere piene catastrofiche, e devono superare dislivelli ampi, interrotti da cascate. Sono navigabili solo vicino alla foce. In corrispondenza della Russia asiatica si trovano ampi bacini lacustri come il Mar Caspio, il lago d’Aral, il lago Balhas e il lago Bajkal. VI sono altri numerosi bacini interni di dimensione più piccola di origine glaciale.

LE ETNIE E LE LINGUE

Le civiltà che compongono il continente asiatico sono molte, le migrazioni e gli incroci tra popolazioni avvenuti nel passato, hanno reso il panorama etnico assai complesso. In modo schematico i popoli asiatici si possono suddividere in due grandi gruppi etnici: mongolidi ed europidi, ai quali si affiancano popolazioni miste e dalle origini incerte. Dal mar Caspio all’Himalaya fino alle coste del Pacifico, le popolazioni del gruppo mongolide hanno tratti somatici e caratteristiche simili. Sono più di un miliardo e mezzo di individui che si sono spostati nei secoli mescolandosi con altre popolazioni. Appartengono a questo gruppo i Turanidi (Iran, Afghanistan, Pakistan, Kazakistan), i Mongoli (Mongolia e Cina del Nord, Siberia del Nord), i sinotibetani o Cinesi (Corea, Cina Centrale e Tibet), i Paleomongolidi (Giappone, Cina Meridionale, Birmania, Indocina, Indonesia). Le regioni occidentali sono abitate da popolazioni bianche: quasi un miliardo di persone. I gruppi più numerosi sono Europidi (Russia asiatica), Armenidi (tra il mar Caspio, il mar Nero e il Mediterraneo) e Indidi (regione indiana): a Ovest si trovano gli Arabi (a nord e a ovest del golfo Persico). Nell’area sud-orientale le etnie ci sono circa 150 milioni di persone accomunate dal colore scuro della pelle (melanidi), e sono i Dravida (India de l Sud), i Vedda (Sri Lanka) e i Negritos (Filippine , Malacca, Nuova Guinea).

LA DEMOGRAFIA

L’Asia è il continente più popolato della terra e ha raggiunto oggi i 4 miliardi di abitanti. Dal 1900 la popolazione asiatica è cresciuta con un ritmo vertiginoso. La speranza di vita è aumentata passando dai circa 30 anni dell’inizio del ‘900 agli attuali 64,5. Le politiche demografiche di India Cina e Indonesia per contenere la crescita della popolazione hanno dato risultati limitati e la natalità nel continente è ancora elevata, intorno al 24%°. La crescita demografica vede un forte aumento della popolazione giovane. La popolazione che ha meno di 15 anni è il 32 % del totale, mentre quella con più di 65 anni è solo il 5 %. Con l’attuale ritmo di crescita la popolazione potrebbe raddoppiare nell’arco di 50 anni. I governi per assicurare la sopravvivenza della popolazione devono affrontare i gravi problemi dell’alimentazione, delle abitazioni, del vestiario e del lavoro.

Puoi scaricare questo testo da qui


It

Carta geografica tratta dal testo: DO-GE – I grandi sistemi economici – Markes

Mappe concettuali per farsi un’idea dell’Italia e dell’Europa:

Mappa concettuale su Alpi e Appennini

Mappa concettuale si Pianura Padana e territorio collinare

Mappa concettuale delle lingue europee

La lingua italiana, i suoi dialetti e le minoranze linguistiche

Un atlante sulle differenze dialettali in tutta l’Italia, dove possiamo sentire la pronuncia di alcune parole nei vari dialetti. Ci sono parole comuni di cui si può ascoltare la diversa pronuncia in tutte le regioni italiane. Da notare che solo nel Friuli le parlate sono circa trenta e variano da quella più simile all’italiano delle zone di pianura alle varianti slave e tedesche in alcune valli delle Alpi Giulie o Carniche, e poi le numerose varianti del friulano, diverse  in tutto il Friuli. L’atlante dialettale si chiama “Vivaldi Maps

 

 

Sette mappe concettuali dell’Europa: la formazione geologica dell’Europa e i suoi ambienti e climi.

Lezione sull’Unione Europea: evoluzione dell’Unione Europea

 

 


Da quest’anno nelle scuole professionali e negli istituti tecnici viene inserita un’ora di Geografia nel biennio iniziale- Per quanto riguarda la Scuola in cui lavoro (ISIS STRINGHER di UDINE) il programma di studio è  così riassunto in questi contenuti: Programmazione Corso alberghiero 2014-15 .

Il primo modulo svolto è “GLI STRUMENTI DELLA GEOGRAFIA” del quale sono scaricabili le seguenti mappe concettuali:

 

 

Le coordinate geografiche

Le coordinate geografiche

Cartografia di base1 copia

 


La geografia del turismo è indipendente dalla Geografia generale ed economica che descrive il mondo dal punto di vista fisico e politico. La Geografia turistica si occupa di un fenomeno per il quale grandi paesi sono toccati solo marginalmente ed altri invece , grandi o piccoli che siano, riescono a determinare un flusso importante di persone e quindi di capitali e investimenti. Circa l’85% dei turisti a livello internazionale si concentra in una cinquantina di luoghi di accoglienza. Su circa 100.00 isole solo 10 di queste concentrano l’80% della frequentazione turistica (dati presi da uno studi dell’ERSA Associazione Europea delle Scienze Regionali e riportati nel testo di N. Salvatori, Le tendenze del turismo in Europa). In questa mappa concettuale !” La meta turistica ”

Per gli studenti interessati:

In questo filmato si vede un tentativo di pubblicizzare una meta turistica nuova. Dopo aver visto il filmato puoi lasciare un commento indicando quali sono i fattori che mancano all’Albania per poter diventare a pieno titolo un’importante meta turistica europea.

TURISMO URBANO

Parigi e i suoi principali luoghi di visita. Il filmato è di Marco Marcelli che racconta Parigi in un viaggio dal 17 al 20 Maggio 2013.

Stoccolma è una delle nuove mete turistiche urbane in Europa. In questo filmato italiano dell’Istituto LUCE del 1940, partendo da alcune immagini del velocifero, l’antenato della bicicletta, si vede come a Stoccolma anche in quegli anni la bicicletta fosse già un mezzo di trasporto urbano molto usato.

IL TURISMO URBANO :  STOCCOLMA

Stoccolma, il primo video è un viaggio a Gamla Stan, centro storico di Stoccolma.  Il video è tratto dal programma “Diario di Viaggio” in onda su Marcopolo (Sky 414) e condotto da Ciro di Maio. Il documento è in Italiano e dura  4 minuti

Questo filmato invece evoca la Trilogia Millennium. Sulle tracce di Mikael Blomkvist e Lisbeth Salander si scopre Sodermalm, il quartiere di Stoccolma citato da Larsson nella sua trilogia.

Per conoscere dettagli e luoghi del tour proposto in tv:  www.marcopolo.tv/articolo/Il-Millennium-­Tour-a-Stoccolma  FB: http://www.facebook.com/Marcopolo.PassioneViagg­i

.

IL TURISMO FLUVIALE IN EUROPA

Filmato pubblicitario per crociere fluviali sul Danubio da Vienna a Belgrado

Da una trasmissione televisiva il percorso del Danubio dalla Germania alla foce

Il percorso del Danubio con le foto del del fiume dalla Germania alla foce. Postato su Youtube da Gaetano Tanogabo

Il percorso del Reno. Documentario realizzato dalla classe II C della Scuola secondaria di 1° grado “Dalla Chiesa e Russo” di Busnago (MB) – A. s. 2009/’10

.

Esercizio di GEOcruciverba su città europee e turismo fluviale

.

.

.

I MERCATI DEL MEDITERRANEO

Un viaggio nella medina di Marrakech, negozi e le bancarelle di spezie, ceste e tessuti nel mercato della piazza principale. Video pubblicato dal tour operator Latitudeslife, rivista di viaggi.

Filmati realizzati da turisti: A visit to Marraketch postato su Youtube il 12-5-2013 report turistico di Musicsx54, racconto di un viaggio dell’ottobre 2011 a in Marocco a Marrakech ed Agadir. Gran Bazar di Istambul, filmato non impegnativo di “divignoradriatico” postato nel 2012 su Youtube

.

.

TURISMO ETNOGRAFICO: IL MARAMURES

Una splendida scoperta nel cuore dell’Europa. Una comunità che sembra rimasta impermeabile alla globalizzazione. Il filmato dura quasi un’ora è di tredici anni fa, quando la Romania non faceva ancora parte dell’UE, e descrive gli avvenimenti di una famiglia e di una comunità della regione del Maramures. E’ un documentario autentico, un esempio di come si vive facendo il contadino in una regione dove è difficile vivere coltivando la terra e dove la comunità è viva e solidale. Ma c’è anche l’emigrazione verso l’Europa più ricca, già visibile e futuro di molti giovani. Ci sono le famiglie di contadini le loro feste tradizionali, le loro usanze antiche, l’allegria delle comunità che diventano poca cosa in confronto al benessere della società globalizzata. Ma non tutto questo rappresenta la realtà del Maramures: una parte del documentario è dedicata alla parte moderna, alla principale città della regione “Baia Mare” (che significa grande miniera), città industriale in crisi e con forti problemi di inquinamento e oggi anche di emigrazione. Ho conosciuto persone che vengono da questa regione, sono emigrati per problemi di lavoro, e la loro autenticità non è falsificata dagli stereotipi sul delinquente rumeno confuso con i rom, le cose semplici della loro vita non sono il risultato di grandi studi o di altri alibi, ma di una grande forza costruita per la propria sopravvivenza. Il documentario è stato realizzato da Fabrizio Scapin, filmmaker italiano nel 1999.

 

Geocruciverba della seconda parte del modulo “l’attrattiva”  MercatiMediterraneo-Maramures-archistar-gastronomia


In questo allegato sono visibili i programmi di studio della classe terza quarta e quinta del corso “Tecnico dei servizi Turistici” che si conclude quest’anno nelle scuole dei corsi serali e diurni. Non sarà ripristinato nei prossimi anni. Programmi GEOGRAFIA – serale2014


Programma di Geografia turisticaper la classe 5ªTecnico dei servizi turistici. Gli argomenti svolti nel corso dell’anno scolastico saranno scelti tra questi:
.
La qualità della vita e lo sviluppo umano
-Gli indicatori dello sviluppo.
-Le cause del sottosviluppo.
-Conflitti e aree di crisi.
-La globalizzazione.
-Lo sviluppo sostenibile.
.
Area mediterranea extra-europea
-La morfologia e il clima.
-La cultura araba.
-L’Islam.
-La religione ebraica.
Marocco (Storia, paesaggio, clima, turismo).
Tunisia (Storia, paesaggio, clima, turismo).
Egitto (Storia, paesaggio, clima, turismo).
Turchia (Storia, paesaggio, clima, turismo).
Israele (Storia, paesaggio, clima, turismo).
Giordania (Storia, paesaggio, clima, turismo).
.
Il Nord America
Il territorio
-Il paesaggio.
-La morfologia.
-L’idrografia.
-Le aree climatiche e i biomi.
-Le etnie, le lingue e le religioni.
 
Stati Uniti (Storia, paesaggio, clima, turismo).
Canada (Storia, paesaggio, clima, turismo).
.
L’America Latina
Il territorio
-Il paesaggio.
-L’idrografia.
-Le aree climatiche e i biomi.
-Le etnie, le lingue e le religioni.
-La demografia.
 
L’area caraibica
-Cuba (Storia, paesaggio, clima, turismo).
-Messico (Storia, paesaggio, clima, turismo).
-Perù (Storia, paesaggio, clima, turismo).
-Brasile (Storia, paesaggio, clima, turismo).
.
L’Asia
Il territorio
-La morfologia
-L’idrologia
-Le aree climatiche e i biomi
-Le etnie e le lingue
-La demografia
Giappone (Storia, paesaggio, clima, turismo).
Unione Indiana (Storia, paesaggio, clima, turismo).
Thailandia (Storia, paesaggio, clima, turismo).
Cina (Storia, paesaggio, clima, turismo).
.
L’Africa
Il territorio
-La morfologia
-L’idrologia
-Le aree climatiche e i biomi
-Le etnie e le lingue e le religioni
-La demografia
Kenya (Storia, paesaggio, clima, turismo).
Repubblica Sudafricana (Storia, paesaggio, clima, turismo).
.
L’Oceania
Il territorio
-La morfologia
-Le etnie, le lingue e le religioni
-I caratteri economici
-La divisione politica
Australia (Storia, paesaggio, clima, turismo).