Non conosciamo mai abbastanza il nostro mondo

Archivi categoria: Geografia fisica

 Territorio, geologia e clima di Europa e Italia.

zone climatiche2europafisicopol2 Una lezione su geologia, ambienti e climi dell’Europa e dell’Italia. In questo articolo troverai le mappe concettuali e i filmati sull’argomento. La lezione completa con il test di verifica si trova a questo indirizzo. LA FORMAZIONE GEOLOGICA DELL’EUROPA In questa mappa concettuale, la formazione del paesaggio dopo le glaciazioni che hanno interessato anche il Friuli. Si può vedere nel riquadro in alto a sinistra come si sono formate le colline moreniche del Friuli. paesaggio e glaciazioni_IMAGE copia

EUROPA: CLIMI E AMBIENTI

Mappe concettuali dei principali climi europei:

CLIMA ATLANTICO

Clima atlantico-col

CLIMA MEDITERRANEO Clima mediterraneo.001 CLIMA CONTINENTALE clima continentale

I MARI EUROPEI mari europei copia Esercizio su Climi europei: caratteri e peculiarità dei climi europei (semplificati come clima atlantico, mediterraneo e continentale).

EserciziCLIMA

LA POPOLAZIONE EUROPEA, la transizione demografica Transizione_demografica_schema1 LA DENSITA’ DELLA POPOLAZIONE EUROPEA pop europea densita LE LINGUE EUROPEE lingue europee2 - Mappa Concettuale copia

In questa animazione si vede l’evoluzione delle lingue indoeuropee, a partire dalla regione dell’Anatolia, dal 6000 a.C. ad oggi. Nel 2012, un gruppo di biologi della University of Auckland ha portato a termine uno studio che è stato poi pubblicato e tradotto in una mappa della diffusione delle lingue indoeuropee.

La lingua italiana, i suoi dialetti e le minoranze linguistiche

Un atlante sulle differenze dialettali in tutta l’Italia, dove possiamo sentire la pronuncia di alcune parole nei vari dialetti. Ci sono parole comuni di cui si può ascoltare la diversa pronuncia in tutte le regioni italiane. Da notare che solo nel Friuli le parlate sono circa trenta e variano da quella più simile all’italiano delle zone di pianura alle varianti slave e tedesche in alcune valli delle Alpi Giulie o Carniche, e poi le numerose varianti del friulano, diverse  in tutto il Friuli. L’atlante dialettale si chiama “Vivaldi Maps

 

L’ UNIONE EUROPEA visibile anche questo sito ue

 

L’economia europea: in questo grafico interattivo tratto da una elaborazione fatta dal quotidiano il Sole24ore, le produzioni agricole europee. Vediamo chi produce e cosa in tutti i paesi europei.

 

Le produzioni agricole in EuropaFonte: Eurostat http://goo.gl/Ck941Z. Dataviz: Andrea Gianotti http://goo.gl/irOhnU.

Per conoscere i concetti e le parole da usare in geografia, per chi parla l’italiano come seconda lingua, ci sono 40 lezioni con le quali si possono conoscere e usare le parole più diffuse per descrivere il territorio ed il paesaggio. Si trovano sul sito dell’Editore Zanichelli. Da tutte queste lezioni, che potete consultare al link termini da usare, parole da capire, ho selezionato questi argomenti che potete scaricare dallo stesso sito:

Le forme del paesaggio. Lezione sui termini principali che indicano gli elementi del paesaggio (montagna, collina, pianura, versante, massiccio, ……..) Le acque interne (valle, cratere, vulcano,  ghiacciaio, lago, fiume, canale……) Mare e coste (mare, onda, costa, sabbia, marea, isola, porto……..). Le lezioni sono schede di geografia dedicate ai ragazzi e alle ragazze che imparano l’italiano come seconda lingua, a cura di Paola Guazzotti e Paola Francini e sono tratte dal libro di Giampietro Paci – Guardare il mondo – Zanichelli editore

Le coordinate geografiche Longitudine e Latitudine lezione ed esercizi di orientamento

AMERICA E U.S.A.

Un glossario breve di parole di cui si deve conoscere il significato per lo studio del territorio dell’America Anglosassone:

Morfologia e rilievo : il territorio, le montange e l’orogenesi dei gruppi montuosi. Pianure, altopiani, great plains, Gran Bacino, Columbia, Colorado, Labrador, Florida, California

Idrografia: Mississipi, Missouri, Mackenzie, Yukon, Hudson, Potomac, Colorado, Snake

Popolazione: immigrati, europei, neri, nativi americani, indigeni, schiavi, orientali, melting pot.

Dal sito http://www.annoscolastico.it  Geocruciverba sull’America Settentrionale

Prova di verifica eseguita il 12.12.2012 Il territorio dell’America settentrionale e gli USA con l’aiuto della Carta geografica dell’America settentrionale e degli USA

world

ASIA: Territorio e popolazione

IDROGRAFIA

Nel continente asiatico i fiumi si dispongono in modo irregolare, concentrandosi in alcune zone: molti territori sono privi di corsi d’acqua e in molti altri i fiumi non hanno deflusso verso il mare ma formano laghi salati e bacini interni: alcuni percorrono gli altopiani interni, le regioni di Mongolia e Tibet gettandosi poi nel mar Caspio o nel lago D’Aral. Del versante settentrionale fanno parte l’Ob, lo Jenisej e la Lena che sfociano nel mar glaciale artico e sono coperti dai ghiacci per otto mesi all’anno. Il versante orientale comprende l’Amur, l’Huang He (fiume giallo) e il Chang Jiang (fiume Azzurro) che scorrono da est ad ovest formando grandi pianure e si gettano nell’oceano Pacifico. Il versante meridionale comprende il Mekong, il Menam, lo Irrawaddy, il Brahmaputra, il Gange , l’Indo , il Tigri e l’Eufrate che seguono un percorso tortuoso prima di immettersi nell’Oceano Indiano. Questi fiumi sono alimentati dai ghiacciai dell’Himalaya e delle altre catene montuose, dalle piogge monsoniche, spesso possono avere piene catastrofiche, e devono superare dislivelli ampi, interrotti da cascate. Sono navigabili solo vicino alla foce. In corrispondenza della Russia asiatica si trovano ampi bacini lacustri come il Mar Caspio, il lago d’Aral, il lago Balhas e il lago Bajkal. VI sono altri numerosi bacini interni di dimensione più piccola di origine glaciale.

LE ETNIE E LE LINGUE

Le civiltà che compongono il continente asiatico sono molte, le migrazioni e gli incroci tra popolazioni avvenuti nel passato, hanno reso il panorama etnico assai complesso. In modo schematico i popoli asiatici si possono suddividere in due grandi gruppi etnici: mongolidi ed europidi, ai quali si affiancano popolazioni miste e dalle origini incerte. Dal mar Caspio all’Himalaya fino alle coste del Pacifico, le popolazioni del gruppo mongolide hanno tratti somatici e caratteristiche simili. Sono più di un miliardo e mezzo di individui che si sono spostati nei secoli mescolandosi con altre popolazioni. Appartengono a questo gruppo i Turanidi (Iran, Afghanistan, Pakistan, Kazakistan), i Mongoli (Mongolia e Cina del Nord, Siberia del Nord), i sinotibetani o Cinesi (Corea, Cina Centrale e Tibet), i Paleomongolidi (Giappone, Cina Meridionale, Birmania, Indocina, Indonesia). Le regioni occidentali sono abitate da popolazioni bianche: quasi un miliardo di persone. I gruppi più numerosi sono Europidi (Russia asiatica), Armenidi (tra il mar Caspio, il mar Nero e il Mediterraneo) e Indidi (regione indiana): a Ovest si trovano gli Arabi (a nord e a ovest del golfo Persico). Nell’area sud-orientale le etnie ci sono circa 150 milioni di persone accomunate dal colore scuro della pelle (melanidi), e sono i Dravida (India de l Sud), i Vedda (Sri Lanka) e i Negritos (Filippine , Malacca, Nuova Guinea).

LA DEMOGRAFIA

L’Asia è il continente più popolato della terra e ha raggiunto oggi i 4 miliardi di abitanti. Dal 1900 la popolazione asiatica è cresciuta con un ritmo vertiginoso. La speranza di vita è aumentata passando dai circa 30 anni dell’inizio del ‘900 agli attuali 64,5. Le politiche demografiche di India Cina e Indonesia per contenere la crescita della popolazione hanno dato risultati limitati e la natalità nel continente è ancora elevata, intorno al 24%°. La crescita demografica vede un forte aumento della popolazione giovane. La popolazione che ha meno di 15 anni è il 32 % del totale, mentre quella con più di 65 anni è solo il 5 %. Con l’attuale ritmo di crescita la popolazione potrebbe raddoppiare nell’arco di 50 anni. I governi per assicurare la sopravvivenza della popolazione devono affrontare i gravi problemi dell’alimentazione, delle abitazioni, del vestiario e del lavoro.

Puoi scaricare questo testo da qui


Le regioni morfologiche del territorio italiano :   ALPI, APPENNINI, PIANURA PADANA, LE COLLINE

Le tre grandi regioni : Italia Settentrionale, Italia Centrale; Italia meridionale e insulare

 

LE ALPI

ALPI-mc

 

GLI APPENNINI

APPENNINI-mc

LA PIANURA PADANA

PIANURA PADANA

 

LE COLLINE

Colline Italiane

 

CARTA FISICA DEL TERRITORIO ITALIANO (cartina scaricata dal sito http://viaggi.globopix.net)

cartina-italia-fisica

 

 

CARTA POLITICA DEL TERRITORIO ITALIANO   (cartina scaricata dal sito http://viaggi.globopix.net)

cartina-italia-politica

 

 

 

 


asia-rid L’Asia è il continente più grande, più popolato, con la maggiore varietà di morfologia, clima, etnie e problemi. Schema di studio del territorio del continente asiatico.

Esercizi di scuola media:

Semplice esercitazione sull’Asia per ricordare i nomi di paesi, città, fiumi, laghi, montagne e altro.

Esercizio sull’Asia, domande e risposte, dal sito “ripasso facile”  quiz di verifica

Esercitazione di geocruciverba sull’Asia


Per la classe 1BTT. Il modulo n.2: territorio e la geologia e il clima di Europa e Italia. In questo filmato una lezione su geologia, ambienti e climi dell’Europa e dell’Italia. Per vedere la lezione completa con il test di verifica, navigate fino al sito dell’Istituto Stringher.

In questo filmato: ambienti e climi europei:

Il geocruciverba sull’ambiente europeo, assegnato in classe, si trova qui: GEOCRUCIVERBA su Ambiente fisico europeo

Geocruciverba su clima europeo e idrografia da eseguire per le vacanze in preparazione della prova scritta in classe.

Una verifica delle tue conoscenze essenziali la puoi trovare in questo sito: Verifica delle conoscenze

Da approfondire: la sismicità, carte geografiche interattive ed entità del rischio sismico in Italia

Per chi dovesse recuperare il primo modulo (Longitudine e Latitudine, cartografia e rappresentazioni di dati), importanti materiali di studio si trovano nel sito dell’Istituto Stringher.


Filmato da satellite della NASA.

Se non riesci a vedere il filmato clicca sul seguente link:    La terra vista la notte con le sue luci 

La fotografia del paesaggio è un testimone importante della ricerca e lo studio della Geografia. Oggi  sempre di più è anche uno spettacolo piuttosto che una rappresentazione reale del territorio. Per questo è importante saper leggere la documentazione che riguarda il paesaggio e il territorio e non cadere in trappole visive preconfezionate (per non chiamarle direttamente fotomontaggi). La fotografia da satellite, come vediamo è una testimonianza anche di notte, momento in cui in teoria la terra non è visibile. Il filmato-documento indica come stiamo trasformando la terra, la luce indica il nostro sviluppo, certamente legato alla  trasformazione degli equilibri naturali.

Bellissime fotografie di paesaggio erano pubblicate su Fotopedia, una community della rete. Per regola le fotografie, rigorosamente vere, non falsate da effetti innaturali, filtri o altri dispositivi che rendono più spettacolare la foto ero rigorosamente proibiti. Sono un appassionato di fotografia e la foto del paesaggio come ho detto rende un importante servizio alla geografia per la rappresentazione degli spazi naturali ed umani. L’esperienza di fotogenia è finita perché il sito non era commerciale e non ha potuto continuare ad esistere per questo motivo. Era possibile vedere nei vari articoli foto da tutto il mondo, semplici e anche molto rappresentative del modo di vedere il mondo. Non c’è niente di meglio che questa finestra sul mondo per vedere rappresentate le diversità e l’unità di questa specie di visualizzazione globale. Facevo parte di questa comunità e mi è moto dispiaciuto che sia stata eliminata dal web per puri m otiti commerciali. Esistono altre comunità di foto del paesaggio, la più famosa è “Panoramio” per certi versi simile alla passata Fotopedia, ma con maggiori motivazioni commerciali. Panoramio è legato a google maps e contiene le foto degli utenti geotaggate e visibili dalla famosa mappa di google. Ho inserito alcune foto del Friuli e altro  in questa community fotografica, iscrivendosi è possibile inserirle senza problemi.

La fotografia digitale: la postproduzione

Per chi ha un interesse non superficiale per la fotografia, un articolo di “Nikon School” curato da Nital, il sito ufficiale di Nikon in Italia, sul fotografo di postproduzione Claudio Palmisano. L’articolo è importante per capire dove va e come viene usata la fotografia digitale e quali sono le tecniche e le nuove opportunità interpretative che lo strumento mette a disposizione. Non si parla dei i soliti trucchi del fotoritocco photoshop ma della conoscenza del file fotografico, del RAW e le possibilità di interpretazione che ha il fotografo partendo dallo scatto della foto. La fotografia è un mio interesse personale che coltivo da anni: La sua evoluzione e il suo uso ormai alla portata di tutti deve comunque renderci consapevoli delle possibilità e caratteristiche dello strumento. Ho personalmente trovato molte cose  utili da questo articolo che poco ha a che vedere con la Geografia.